iuc

La Iuc Under 30 & scuole

La IUC per la scuola: una scommessa sui giovani e per i giovani! Innovazione, tradizione e una buona dose di creatività, sono da sempre i capisaldi della nostra programmazione per il pubblico affezionato e per chi si affaccia per la prima volta al sorprendente mondo dello spettacolo dal vivo.
Anche quest’anno l’Istituzione Universitaria dei Concerti rinnova l’appuntamento con il ciclo di conferenze-concerto Musica PourParler dedicato agli alunni di scuole medie e superiori. Musicisti affermati ed eccellenze emergenti nel panorama internazionale proporranno al pubblico esecuzioni musicali e momenti di dialogo con gli spettatori. Gli studenti avranno così la possibilità di familiarizzare e approfondire aspetti musicali e culturali in generale conversando direttamente con gli artisti. Potranno inoltre raccontare la loro esperienza scrivendo brevi recensioni degli spettacoli: Piccoli Critici Crescono è il concorso di scrittura che premierà i migliori elaborati presentati dai ragazzi, momento che coinvolge maggiormente la loro attenzione e che solletica lo spirito d’osservazione e critico dei “giornalisti” in erba. Quest’anno saranno quattro gli appuntamenti con interpreti selezionati per la loro eccezionale capacità di creare un feeling con i più giovani: il 30 ottobre e l’11 marzo un doppio appuntamento con il pianista Roberto Prosseda, In chat con Beethoven e Videochiamata con Beethoven; il 3 dicembre il violinista Robert McDuffie e l’Ensemble laBarocca diretto da Ruben Jais con Le Quattro Stagioni e l’11 febbraio il chitarrista Gian Marco Ciampa con l’Orchestra Giovanile di Roma diretta da Vincenzo Di Benedetto ci presentano L’Italia attraverso i secoli: da Vivaldi al Novecento.

La IUC nelle scuole: oltre alle conferenze-concerto in Aula Magna, la IUC porterà nelle scuole concerti, guide all’ascolto e l’itinerante Laboratorio d’Arte Sonora a cura dell’ensemble Ars Ludi: momento didattico dedicato al mondo delle percussioni, della ritmica e della creatività nella percezione del suono.

Infine, con Stasera vado al Concerto la IUC offre la possibilità a gruppi di alunni, accompagnati da docenti e genitori, di assistere a tutti i concerti della Stagione 2019|2020 a prezzi speciali, previa prenotazione. Novità di quest’anno: gli insegnanti potranno prenotare la formula con la guida all’ascolto che prevede una breve introduzione a carattere divulgativo per approfondire alcuni aspetti delle musiche in programma.

Piccoli Critici Crescono!
Anche quest’anno gli studenti potranno scrivere una recensione dei concerti. Gli autori dei lavori migliori saranno premiati con un abbonamento alla stagione successiva per tutta la famiglia.
Modalità di partecipazione: Le scuole potranno partecipare alle conferenze concerto previa prenotazione inviando una e-mail all’indirizzo: iuc@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it.

Da piccoli gruppi da camera a ensemble più numerosi, la IUC porta i concerti anche nelle scuole. Diverse sono le formazioni musicali e i programmi proposti che, da ottobre a maggio, accompagneranno l’attività didattica offrendo agli studenti un momento di studio e approfondimento, ma anche ludico, “diverso” dalla canonica lezione in aula
(per info: 06-3610051/2; email: iuc@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it).

La IUC da sempre riserva una particolare attenzione ai diversi aspetti del “fare musica”. Numerosi sono infatti i progetti multidisciplinari presentati: il già ben avviato laboratorio/concorso di scrittura Piccoli Critici Crescono, dove gli studenti metteranno alla prova la loro creatività, capacità di ascolto e spirito d’osservazione scrivendo recensioni delle conferenze-concerto Musica Pourparler. Nuovo obiettivo è quello di creare maggiore partecipazione attiva fra i ragazzi stimolando la curiosità e l’ascolto consapevole con laboratori interdisciplinari che daranno allo studente la possibilità di approfondire altri aspetti legati alla comunicazione musicale (redazione di note di sala, recensioni e interviste agli artisti), mettersi in gioco come relatori di guide all’ascolto, fino al momento pratico del fare musica con il Laboratorio d’arte sonora.
L’ensemble Ars Ludi, formato dai docenti di percussioni dei Conservatori di Musica di Roma e Latina, rinnova il focus didattico dedicato al mondo delle percussioni, della ritmica, della creatività nella percezione e creazione del suono proponendo due laboratori musicali:

PERCUSSIOLOGIA
8 incontri nella sede scolastica con esibizione finale
per studenti della scuola primaria e secondaria
Il laboratorio vuole avvicinare gli studenti al mondo della ritmica e delle percussioni favorendo la socializzazione attraverso il coinvolgimento di tutti gli alunni, che avranno modo di eseguire semplici ritmi e osservare da vicino strumenti provenienti da tutte le parti del mondo.
La scelta di un linguaggio musicale immediato che utilizza e rielabora melodie tradizionali e popolari di più culture, consente di coinvolgere e far sentire partecipi gli studenti ai quali verranno forniti strumenti musicali semplici e intuitivi utilizzati su indicazione dei docenti del laboratorio durante la sessione di lavoro.
L’EDUCAZIONE RITMICA
percezione, creatività e fisiologia
6 incontri con cadenza settimanale nella sede dell’associazione o nella sede scolastica
per docenti della scuola primaria e secondaria
Il workshop è suddiviso in due sezioni: la prima, Tactus, è incentrata sugli aspetti tecnico-didattici del ritmo, una sorta di training basato su un approccio che unisce parola, corpo, strumenti e oggetti, ispirato a tecniche percussive africane e asiatiche. La seconda sezione, Drammaturgia del Ritmo, propone invece esempi di microteatro musicale: protagonisti sono in questo caso oggetti di uso comune chiamati a dar forma a paesaggi timbrici e tecnici di vario tipo. L’utilizzo degli oggetti è stimolante in quanto richiede una manualità e un coinvolgimento generale del corpo molto diversi dall’uso di uno strumento a percussione usuale e quindi anche una ricerca di suono e di tecnica nuova e creativa.

STASERA VADO AL CONCERTO

La variopinta proposta musicale della 75a Stagione IUC 2019|2020 offre ai giovanissimi la possibilità di partecipare a concerti serali o pomeridiani a prezzi vantaggiosi per tutti gli spettacoli in cartellone! Diverse formule sono pensate per le famiglie e gruppi, tra cui la proposta Stasera Vado al Concerto riservata agli alunni delle scuole secondarie, docenti e genitori accompagnatori.

Fra gli spettacoli della stagione 2019|2020 (consultabile sul sito www.concertiiuc.it) la IUC segnala Danze al chiaro di Luna: un “romantico” recital pianistico dedicato a Beethoven, Schumann, Stravinskij, Debussy e Ravel, sabato 26 ottobre ore 17.30 con il giovane, ma già affermato, Giuseppe Albanese.
Da non perdere il concerto di sabato 23 novembre 2019 alle ore 17.30: due straordinari musicisti danno vita a uno spettacolo intelligente e raffinato, Nicolas Altstaedt al violoncello e Fazil Say al pianoforte.
Continua la full immersion nella musica di Mozart iniziata lo scorso anno dal Quartetto di Cremona con il ciclo Esplorando Mozart: concerti dedicati a importanti pagine cameristiche del compositore salisburghese. Gli ultimi due appuntamenti sono fissati per sabato 14 dicembre 2019 ore 17.30 e martedì 17 marzo 2020 ore 20.30, quest’ultima data avrà come ospite d’eccezione il clarinettista Alessandro Carbonare.
Tra i più celebri chitarristi del nostro tempo, Manuel Barrueco ritorna alla IUC martedì 28 gennaio 2020 con una proposta che accosta il virtuosismo chitarristico al timbro degli archi de I Solisti Aquilani con la nota di colore del seducente suono del bandoneon di Cesare Chiacchiaretta.
Da Bach ai Queen è il titolo dell’originale concerto di sabato 22 febbraio ore 17.30 dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta e accompagnata con interventi in a solo dal violinista Stefan Milenkovich che ci regalerà funambolici salti temporali nella storia della musica.
Non poteva mancare un Absolute Beethoven! Il pianista americano Jonathan Biss martedì 3 marzo ore 20.30 dedicherà un concerto monografico al musicista tedesco nel 250°anniversario dalla nascita.
Sarà un vero e proprio evento il concerto di martedì 21 aprile 2020 che vede ospite l’Orchestra del Conservatorio di Musica “Nicola Sala” di Benevento che ci delizierà con l’esecuzione della Sinfonia n.40 di Mozart, magistralmente diretta da Oleg Caetani. A conclusione della serata una commemorazione musicale della compositrice Silvia Colasanti Requiem “Stringeranno nei pugni una cometa”, per voci soliste, coro e orchestra commissionato dal Festival di Spoleto nel 2017 in memoria delle popolazioni dell’Italia centrale colpite dal sisma del 2016.

Stasera Vado a Concerto – Modalità di partecipazione
I docenti potranno acquistare, previa prenotazione, i biglietti per gli studenti al prezzo speciale di 5 euro (gruppi minimo di 6 alunni).
Per il docente accompagnatore il biglietto è gratuito, per i genitori ed altri docenti accompagnatori il prezzo del biglietto è di 10 euro

Per info e prenotazioni: Isabella Pagliano Tajani (h. 10 – 13)
email: iuc@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it

Per Musica pourParler vai alla pagina dedicata

Per i Concerti nelle scuole vai alla pagina dedicata

Per stasera vado al Concerto vai alla pagina dedicata

Per gli abbonamenti vai alla pagina dedicata

Per la tessera UniIUC vai a Speciale Sapienza

Per i biglietti vai alla pagina dei biglietti