iuc

Note in Biblioteca 2019: Margoni – Loperfido

Data / Ora
venerdì 07/06/2019 ore 20:30
Luogo
Biblioteca di Villa Leopardi
Ciclo

Ivos Margoni violino
Giulia Loperfido pianoforte

Franck Sonata in la maggiore
Prokof’ev Sonata n. 2 in re maggiore op. 94bis
Ravel Tzigane

Guida all’ascolto a cura di Alessandro Lemmo

I due giovani talenti si confronteranno con tre capolavori del secondo Ottocento e del primo Novecento, che sono nel repertorio di tutti grandi violinisti. Inizieranno con la famosissima Sonata in la maggiore di César Franck, molto ammirata da Marcel Proust, tanto che la prese come modello per l’immaginaria “Sonata di Vinteuil” da lui descritta nella sua Ricerca del tempo perduto.
Il secondo brano in programma è la Sonata n. 2 in re maggiore op. 94 bis di Sergej Prokof’ev, composta nel 1944 su richiesta di David Oistrach, il più grande violinista di quegli anni in Russia, che suggerì personalmente al compositore di adattare al violino una sua precedente Sonata per flauto. Quest’incontro musicale si chiude con Tzigane di Maurice Ravel, che unisce gli smaglianti colori e i ritmi trascinanti dei gitani di Spagna al virtuosismo pirotecnico, un vero tour de force per il violinista.
Ivos Margoni, nato a Roma nel 1999, ha iniziato a studiare il violino all’età di 6 anni. Attualmente studia con Salvatore Accardo presso l’Accademia “Walter Stauffer” di Cremona. l’Accademia Chigiana di Siena, dove ha ottenuto il Diploma di Merito. Ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali e ha suonato presso importanti istituzioni e festival in Italia, Svizzera, Germania, Francia e Gran Bretagna.
Giulia Loperfido nasce a Roma nel 2000, inizia a studiare pianoforte all’età di 7 anni e si diploma a 16 anni appena compiuti con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “Santa Cecilia”. Attualmente segue i corsi di perfezionamento del Mozarteum di Salisburgo. Si è già esibita come solista e in formazioni cameristiche in Italia e all’estero presso importanti istituzioni musicali come il Teatro La Fenice di Venezia e l’Accademia Filarmonica Romana.