Dego & Leonardi

Dego-Leonardi_leggera

Martedì 10 novembre 2015 ore 20.30
Francesca Dego violino
Francesca Leonardi pianoforte

 

 

acquista

Programma
Beethoven Sonata in la maggiore op. 47 “A Kreutzer”
Respighi Sonata in si minore
Paganini “La Campanella” rondò dal Concerto n. 2 in si minore op. 7

Ad appena ventisei anni, la violinista Francesca Dego è già una grande protagonista del concertismo internazionale e un motivo di vanto e di orgoglio per la musica italiana. Ha debuttato a sette anni negli USA con un Concerto di Bach e poi ha mantenuto le promesse, compiendo con successo la trasformazione spesso difficile da bambina prodigio a interprete matura e completa. Suona regolarmente nelle principali sale da concerto, quali Royal Albert Hall di Londra, Oriental Arts Center di Shangai, NCPA di Pechino, Sala Ciajkovskij di Mosca, Teatro Colon di Buenos Aires, Parco della Musica di Roma. Proprio in questi giorni Deutsche Grammophon pubblica l’ultimo cd della loro incisone completa delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven: un importante riconoscimento per una violinista giovane e italiana da parte della casa discografica tedesca, la più prestigiosa a livello mondiale nel campo della musica classica.
Proprio con Ludwig van Beethoven inizia il suo concerto di martedì 10 novembre alle 20.30 nel’Aula Magna della Sapienza (piazzale Aldo Moro 5) per la IUC – Istituzione Universitaria dei Concerti. Insieme a Francesca Leonardi (sua abituale partner pianistica, tanto che sono scherzosamente chiamate “le due Francesche”) esegue infatti la Sonata in la maggiore op. 47 “A Kreutzer”, un capolavoro assoluto in questo genere musicale, mai più superato da Beethoven stesso né da altri. È una musica piena di fuoco, trascinante e irresistibile, tanto che Leone Tolstoj nel suo romanzo “La Sonata a Kreutzer” la prese come simbolo del potere della musica di accendere pulsioni umane incontrollabili.
Il concerto si concude con Niccolò Paganini, che, come Beethoven, ha un posto importante nella storia della Dego, perché i suoi ventiquatro Capricci sono il disco che ha dato il via alla sua collaborazione in esclusiva con la prestigiosa casa discografica tedesca. La Dego suonerà uno dei brani più brillanti e virtuosistici del leggendario violinista genovese, “La Campanella”, che costituisce il rondò finale del suo Concerto n. 2 in si minore op. 7.
Tra questi due brani famosissimi, sarà eseguita la Sonata in si minore di Ottorino Respighi, che dimostra l’interesse della Dego per la riscoperta di opere oggi poco note, ma che un tempo erano molto apprezzate dal pubblico e facevano parte del repertorio di molti grandi violinisti: è un brano piuttosto tradizionale per l’epoca in cui apparve (il 1918) ma ancora oggi si possono apprezzare la sua immediatezza espressiva e il suo intenso lirismo.
Francesca Dego suona due preziosi violini di Francesco Ruggeri (1697) e di Giuseppe Guarneri del Gesù (1734).

Biglietti
Interi: da 15 euro a 25 euro (ridotti da 12 euro a 20 euro)
Giovani under 30: 8 euro; under 18: 5 euro